Con sentenze pubblicata in data 28.11.2019, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alla questione relativa alla ricostruzione di carriera del personale scolastico e, in particolare, alla legittimità della normativa interna contenuta nel d.lgs.297/94, alla luce del principio comunitario di non discriminazione di cui alla clausola 4 dell’accordo quadro sul lavoro a tempo determinato, allegato alla direttiva 1999/70/CE.

ricostruzione carriera personale docente ata

La Cassazione, in particolare, ha censurato la normativa italiana applicata dal Ministero dell’Istruzione per la ricostruzione di carriera dei propri dipendenti immessi in ruolo dopo diversi anni di precariato, chiarendo definitivamente che l’anzianità di servizio di quest’ultimi va ricalcolata con gli stessi criteri dell’assunto “ab origine” a tempo indeterminato.

ricostruzione carriera docenti

La Corte, dunque, ponendo definitivamente fine a ogni tipo di discriminazione tra dipendenti precari e dipendenti di ruolo del Ministero dell’Istruzione, ha stabilito che l’anzianità di servizio del personale scolastico va ricalcolata e, pertanto, la ricostruzione di carriera dovrà essere nuovamente effettuata tenendo conto in misura integrale e non parziale, come invece fatto sino ad ora, dei servizi svolti prima dell’assunzione a tempo indeterminato.

Si tratta di una pronuncia innovativa e di non poco conto, considerando che dal ricalcolo della propria carriera il personale docente e ATA potrà trarre benefici enormi sia ai fini economici, vedendosi riconosciute ingenti somme a titolo di arretrati e ottenendo un cospicuo aumento sul proprio trattamento stipendiale, che ai fini pensionistici di anzianità in carriera maturata.

Il ricalcolo dell’anzianità e la rideterminazione dell’inquadramento retributivo potrà essere ottenuto da tutti i dipendenti della scuola facendo ricorso al Giudice del lavoro con il nostro studiosenza sostenere alcuna spesa iniziale.

ricorso docenti ata

ATTENZIONE!

SE VUOI PARTECIPARE AL RICORSO FINALIZZATO AD AUMENTARE LA TUA RETRIBUZIONE, PRIMA DI INVIARE LA DOCUMENTAZIONE CONTATTA PREVENTIVAMENTE LO STUDIO DELL’AVV. NASO AI SEGUENTI INDIRIZZI MAIL: avv.domeniconaso@gmail.com oppure segreteriastudiolegalenaso@gmail.com

I ricorsi sono destinati al personale docente ATA e DSGA:

  1. di ruolo con una anzianità pre–ruolo superiore a 4 anni che non ha ottenuto l’integrale riconoscimento del servizio pre-ruolo ai fini della ricostruzione di carriera;
  1. non di ruolo ai fini del recupero dell’intera retribuzione calcolata in base agli aumenti previsti dal CCNL Comparto Scuola;

Per partecipare al ricorso vanno inviati allo studio i seguenti documenti compilati e sottoscritti

  1. Informativa privacy;
  2. Procura alle liti;
  3. Copia documento di riconoscimento;
  4. Contratto professionale;
  5. Decreto di ricostruzione di carriera
  6. Cedolino di stipendio.

Quanto costa il ricorso?

Non sono previsti costi di avvio del ricorso.

Il ricorrente verserà allo studio una quota pari al 10% oltre oneri fiscali unicamente in caso di esito positivo del ricorso, calcolata sulla base del vantaggio economico complessivamente ottenuto.

Si resta a disposizione per ogni ulteriore chiarimento si rendesse necessario acquisire

Avv. Domenico Naso

Share:

Leave A Comment

css.php